Storie di Yogin #4

"... comincia ad essermi chiara la differenza fra “essere" e "pensare di essere”, volendo citare una frase ricorrente del Maestro Nicola."

 

 

 

La prima volta che Marco è entrato al centro Yogah ci ha subito detto: "Sono qui per cambiare la mia vita". Da quel momento in poi l'abbiamo visto rinascere e rifiorire ogni giorno di più, ma soprattutto tornare a sorridere. Di lui possiamo dirvi che è si un musicista professionista, che ha trascorso la sua vita tra Firenze, Vienna, Bologna e Pordenone, che ha passato il suo tempo a studiare musica e perfezionasi, ad insegnare, tra accademie e navi da crociera, ma prima di tutto possiamo dirvi che Marco è una persona come tutti noi, che ha sofferto dopo un periodo buio della sua vita e che grazie allo yoga e alla sua forza interiore ha dato una vera svolta alla sua vita.

Ecco: vi avevo promesso che vi avrei scritto, ed eccomi qui. Uno potrebbe arguire che sono passati quasi due mesi dalla mia partenza, ma… meglio tardi che mai, no? Queste poche righe sono per esprimervi tutta la gratitudine che provo per come fate il vostro lavoro. Passione, gentilezza, accuratezza, attenzione ai dettagli.

Il 2016 è stato l’anno più difficile della mia vita. Ho perso una persona cara, il lavoro per il quale ho studiato e sudato tutta la vita non mi diceva più niente, la salute non andava bene, mi trovavo in difficoltà finanziarie, pesavo 86 chili e chi più ne ha… Ad ogni modo settembre è arrivato e mi ha trovato in un posto buio e freddo, mi aggiravo cercando un qualcosa, un qualcuno che mi tendesse una mano e mi tirasse a secco, in un luogo un po’ più caldo.
La mano è arrivata, ma non mi ha tirato esattamente “a secco”, anche se il luogo in questione era decisamente caldo: mi sono trovato in una stanza color arancione scaldata a 40°, piena di gente sudata e in mutande, con persone che pronunciavano parole incomprensibili. E sapete che cosa? Funzionava! Sono uscito dalla prima seduta di Bikram Yoga con la schiena più dritta, il cuore più aperto e la percezione del presente più chiara di quando ero entrato, un’ora e mezza prima.
Gradualmente ho cominciato a riprendere coscienza delle cose che mi circondavano, ad affrontare paure che mi ero nascosto da decenni, a prendere decisioni importanti per la mia salute e per il mio lavoro. Dal 10 settembre al 9 di dicembre ho frequentato circa 120 lezioni fra Bikram, Vinyasa, Hata Yoga e Pranayama, da 86 chili che ero sono adesso 69, senza il minimo scompenso, la mia colite è in remissione, il mal di schiena che mi faceva compagnia da almeno vent’anni non mi fa più visita al mattino, il mio sonno è diventato più profondo e ristoratore e riesco (quasi, non del tutto ancora) a piegarmi e toccare terra con le mani, tenendo le ginocchia bloccate.

Cos’altro? Ho preso al volo l’occasione di tornare a fare il mio vecchio lavoro di bassista sulle navi da crociera. Ancora più importante, comincia ad essermi chiara la differenza fra “essere" e "pensare di essere”, volendo citare una frase ricorrente del Maestro Nicola.
Credo di aver trovato, nella disciplina che così accuratamente e appassionatamente insegnate a Yogah, un metodo per decodificare il mondo. In altre parole, questa cosa che mi avete passato mi sta aiutando a vivere meglio. Sfortunatamente dove sono adesso non riesco a frequentare nessuna lezione di Bikram, ma ho trovato un paio di posti, nei porti che visitiamo, dove riesco, un paio di volte la settimana, a fare un poco di Hatha Yoga. Last but not least, ogni mattina una dozzina di saluti al sole, 10 minuti di pranayama e un quarto d’ora di meditazione non me li leva nessuno. Sono la mia arma segreta per affrontare quello che la vita mi mette davanti.

Mi mancate, soptattutto la lezione di Pranayama ndel venerdì. Se tutto va come deve, dovremmo riuscire a vederci verso settembre.

Un saluto affettuoso,
Marco

Yogah - L'arte dello yoga
Yogah - Un solo centro per tutto lo yoga
Viale Lino Zanussi 6/M
33170 Pordenone / Italia
Telefono +39 0434 571524
Cell. +39 349 5159970
Cell. +39 335 5326913
info@yogah.it
P.IVA 01582750939

Cookie policy